Spuntino serale: cosa evitare prima di dormire

Uncategorized

Non è raro, soprattutto d’estate se si decide di restare alzati un po’ più del solito, sentire la necessità di uno spuntino prima di andare a dormire. Ma cosa mangiare e cosa invece evitare per favorire il nostro sonno?

Sicuramente non riposare nel modo migliore, affaticare i processi digestivi, e di conseguenza non rilassarsi, comporta una cattiva gestione dell’energia, un’alterazione dell’equilibrio metabolico e del nostro bioritmo; il maggiore danno potrebbe essere quello di iniziare ad avere alzate notturne con episodi di abbuffate o comunque pasti fuori programma che non aiutano né l’equilibrio del riposo, né il mantenimento di un coretto peso corporeo.

I cibi che andrebbero evitati nella fase di preparazione al sonno notturno sono sicuramente gli snack confezionati: ricchi di glutammato monosodico e sale favoriscono la ritenzione dei liquidi e vanno ad affaticare la digestione; inoltre hanno troppo spesso un elevato indice glicemico e contengono zuccheri difficili da digerire.

Altra sostanza da evitare quando ci prepariamo a riposare è la tiramina che stimola la secrezione di adrenalina e noradrenalina: ne contengono una buona quantità i cibi affumicati, il vino, i formaggi molto stagionati, le melanzane, i crauti, le salsicce, gli insaccati, il pesce conservato come aringhe e caviale.

E per favorire il sonno?
Il magnesio è il minerale che maggiormente favorisce il rilassamento, è decontratturante e favorisce la buona circolazione cerebrale.
Per un buon carico di magnesio…approfittare di semi di zucca, frutta secca, soprattutto mandorle, pesce, spinaci e carciofi, datteri e riso integrale.

Una buona cena “rilassante”? Un piatto di riso integrale condito con verdure come i carciofi o un trancio di pesce spada preparato con aromi naturali, senza aggiunta di insaporitori.

E poi…fare un buon carico di triptofano, aminoacido precursore della serotonina che, insieme alla melatonina, è un ormone che regola il buonumore e il rilassamento e aiuta il nostro sonno a prendere forma.
Troviamo il triptofano nei latticini, nelle banane e nell’avena.

Come snack dopo-cena, meglio preferire quindi uno yogurt a basso contenuto di zuccheri piuttosto che un sacchetto di patatine oppure un bicchiere di latte caldo (anche se…come sapete, io non amo il consumo troppo libero del latte vaccino…) o un biscotto integrale all’avena piuttosto che un calice di vino e un pezzo di formaggio!