Tips salvasgarro: una gita fuori porta!

Consigli, tips salvasgarro

Il vostro volo o il vostro treno partono all’alba e non riuscite a fare colazione?

E se il pranzo durante la vostra mini-vacanza dovete consumarlo “al sacco”?

Può essere utile capire come equilibrare una giornata dove molti dei vostri pasti saranno da fare in luoghi pubblici o magari su un mezzo di trasporto… vediamo come!

Se la colazione deve essere fatta al bar (che può essere in aeroporto o alla stazione, ma anche in autogrill dopo che siamo partiti da casa…) imparate a scegliere: preferite un piccolo toast, molto semplice (con solo prosciutto e formaggio, di misura contenuta) o un panino con solo affettato.

In alternativa, se non riuscite ad evitare la colazione dolce, scegliete una brioche piccola (magari al burro, così da limitare il suo carico glicemico e farci tornare la fame dopo solo un’ora dal suo consumo!), senza creme nel ripieno.

Potete bere un caffè (eventualmente macchiandolo con latte fresco, di sicuro presente al bar) o una spremuta di agrumi fresca evitando i succhi di frutta confezionati.

Lasciate al loro posto tutte le varietà di croissant super-farciti, con creme e marmellate dolcissime: vi sazierebbero per pochissimo tempo, caricandovi di calorie senza veri nutrienti utili!

Se possibile, preparate il pranzo da fare “al sacco” a casa, così eviterete di dover ripiegare su pasti confezionati.

Potete fare un’insalata di cereali: riso, farro, orzo e quinoa si prestano benissimo anche ad essere cotti il giorno prima della partenza; basterà unirvi una dadolata di verdure e una fonte proteica (anche solo questa in assenza di verdure!).

Quindi bene unire come condimento del tonno, del salmone, un poco di formaggio tipo cubetti di grana o feta greca, un uovo sodo sbriciolato, qualche dadino di prosciutto cotto.

Evitate panini ricchi di salse e insaccati grassi! Se dovete scegliere per un pranzo più pratico, da mangiare senza posate, scegliete sempre un toast o un panino con pane ai cereali/integrale, affettato magro (prosciutto, bresaola, fesa di tacchino), verdure grigliate e, se possibile, niente formaggi.

Utile concludere il vostro veloce pranzo con un frutto: la fibra della frutta vi aiuterà a farvi sentire sazi più a lungo.

Bevete acqua! Evitate categoricamente bibite gassate dolci o alcolici!

E a cena… finalmente vi siederete comodi al ristorante!

La vostra cena potrà essere completa, senza esagerare con condimenti e intingoli, prediligendo un contorno di verdure o addirittura un antipasto composto di verdure crude, per preparare lo stomaco a ciò che sceglierete dopo.

Se potete, evitate un dessert troppo “elaborato”: scegliete un sorbetto o, meglio ancora, una coppa di frutta.

E qui…dedicatevi ad un paio di bicchieri di buon vino, preferibilmente rosso e di qualità!

Cercate di godervi il tempo fuori casa, camminate tanto (evitando di stare a lungo seduti in bar e caffetterie!), create in anticipo il vostro itinerario di viaggio così la giornata sarà ben organizzata, pasti compresi.

E soprattutto… riposate la mente! Alleggerite i pensieri… e il corpo ne trarrà massimo beneficio!